TAILOR MADE TOUR OPERATOR & D.M.C.
Perù Responsabile - Home
Memorizza dati
E-mail:
Chiudi
  • ARTE E ARTIGIANATO
    Un patrimonio da custodire...
    ...esistono villaggi remoti, comunità lontane dedite in maniera appassionata alla realizzazione di alcuni fra i più importanti prodotti artigianali del Perù, e che conservano in questo campo le conoscenze ancestrali che rappresentano un valore da salvaguardare...noi, cercheremo questi patrimoni insieme a voi!
  • CITTA'
    Da Nord a Sud
    Sono molti i gioielli di architettura che si lasciano scoprire dai viaggiatori in ogni città Peruviana. Tesori archeologici, incaici o pre-incaici, spagnoli o postcolonali saranno il palcoscenico del vostro viaggio
  • I CAMELIDI
    Lamas, Alpaca, Vigogne...
    ...sono i Camelidi Sudamericani, tutti presenti in Perù e che, insieme al più raro Guanaco, accompagnano i viaggiatori popolando quotidianamente tutti gli impareggiabili scenari che compongono questo mosaico meraviglioso che ha il nome di PERU!
  • MERCATI
    Artigianato e non solo!
    ...a Chinchero, a Pisac, Iquitos o a Tumbes, in Perù c'è sempre sul vostro cammino uno dei variegati e profumati mercati che sono oramai il simbolo della tradizione multicolore della popolazione Andina e della Selva del Perù!
  • GASTRONOMIA
    La patata
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    Affascinanti solchi nella sabbia che dopo aver servito antiche popolazioni per scopi ancora misteriosi, da decenni vengono studiati, osservati ed esplorati nella speranza di scoprire uno dei tanti misteri delle culture preincaiche.
  • CULTURE PREINCA
    Sican: le signorie del Nord
    Al Nord del Perù si trovano alcune delle vestigia delle più audaci e interessanti culture preincaiche: navigatori, guerrieri e artigiani impareggiabili hanno preparato la strada ai più famosi Incas, che molto devono a queste popolazioni meno conosciute...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    I geoglifi del deserto di Nazca coprono una superficie vastissima; rappresentano gli animali che popolavano la sierra e la selva del Perù, sono frutto di una tecnica ancora sconosciuta e si possono osservare compiutamente soltanto dal cielo...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: i fili nel deserto
    Oltre ai misteriosi "geoglifici" o "Linee", la Cultura Nazca ha lasciato alcuni fra i più raffinati manufatti e opere d'arte nel settore della tessitura e delle ceramiche...e il deserto ci restituisce ancora i tesori della Cultura Nazca
  • CULTURE PREINCA
    Moche: gli orafi guerrieri
  • GASTRONOMIA
  • GASTRONOMIA
  • CULTURA INCA
    I dominatori
    Sono indubitabilmente la civiltà che più ha segnato la storia del Perù. un dominio intenso ma brillante, per ingegno e capacità politica ed amministrativa...ma la storia del Perù non è solo frutto delle gesta degli Incas...
  • NATURA
    Colca Canyon
    Il Canyon più profondo al mondo e, insieme al Cotahuasi, il più affascinante e ricco di biodiversità. Nella provincia di Calloma, nel dipartimento di Arequipa, nelle sue gole vivono e rigano il cielo i maestosi condores ...i signori del cielo Andino.
  • STORIA
    Santuario di Machu Picchu
    E' una delle sette meraviglie del mondo antico, ed è il frutto di un lavoro di ingegneria e passione, di pazienza e perfezione....quella che gli Incas dovettero usare per costruire questo gioiello incastonato nella cordigliera delle Ande...
  • NATURA
    Birdwatching
    Il Perù è il paese più biodiverso d'America e uno dei più biodiversi al Mondo. Un'altissima percentuale delle specie di uccelli che vivono sulla terra si trovano infatti nella sierra e nella selva peruviane!
  • NATURA
    Parque Nacional Huascaran
    La più imponente conrdigliera del Sud America si trova in perù_ è la "Cordigliera Blanca", il luogo dove il ghiaccio si fonde con le nuvole per creare gli altissimi APU, gli dei-montagna venerati dalle popolazioni delle Ande
''Viaggiare non significa solamente uscire dai propri confini, ma entrare con rispetto in quelli altrui''
 
Cinema Il Canto di Paloma
 
Tra il 1980 e il 2000 il Perù ha vissuto un periodo di guerra che ha oltraggiato qualsiasi forma di diritto umano. Molte sono state le persone nate da stupri di guerra durante quel ventennio. Fausta, la protagonista di questa pellicola – premiata all’ultima Berlinale con l’Orso d’Oro – è una di queste. “Nel mio paese per strada devi camminare attaccato al muro, altrimenti ti prendono le anime in pena e puoi morire”, racconta la ragazza in una scena del film. “Non è paura. Io la paura ce l’ho perché voglio avere paura”. In queste parole si leggono in profondità le insicurezze di una persona che è figlia delle ferite subite da un intero popolo e ancora impresse sulla pelle e nell’anima, tanto da non volersene quasi liberare perché così intime da fare ormai parte di sé. La regista però risolve la pellicola seguendo un filo di positività che permette di raggiungere il superamento di tali sofferenze. Il modo in cui la protagonista approda a tale appianamento è nel film seguito in una maniera del tutto naturale, a tratti forse un po’ troppo distesa nei tempi e nelle modalità delle riprese, ma proprio per questo fedele specchio del reale. Llosa evita di seguire tempi cinematografici troppo classici che impongono una determinata tempistica risolutiva delle situazioni e dei conflitti del personaggio e al mostrare direttamente preferisce un più sottile e acuto “far scaturire”, che lascia spazi di riflessione molto intima e personale. Tutto ciò che Fausta vive lo spettatore lo coglie dai suoi sguardi, dai gesti, dalla luce del suo volto, spesso accostato al contrasto dei colori forti dei fiori o della terra che ne risaltano ancora di più la bellezza intensa, utilizzata per addolcire quel dolore di cui comunque il film non manca di farsi carico, seppur con una delicatezza insolita e fortemente femminile. Intorno a questa lotta quotidiana della paura, si muove il mondo elegante dei quartieri alti e quello variegato e festoso delle baraccopoli di Lima, che segue i percorsi misteriosi di una cultura mitologica a noi così estranea e affascinante. Con entrambe le realtà Fausta entrerà in contatto e da entrambe riceverà qualcosa che le permetterà di portare a compimento il suo viaggio e trovare la libertà. www.cinemadelsilenzio.it