TAILOR MADE TOUR OPERATOR & D.M.C.
Perù Responsabile - Home
Memorizza dati
E-mail:
Chiudi
  • ARTE E ARTIGIANATO
    Un patrimonio da custodire...
    ...esistono villaggi remoti, comunità lontane dedite in maniera appassionata alla realizzazione di alcuni fra i più importanti prodotti artigianali del Perù, e che conservano in questo campo le conoscenze ancestrali che rappresentano un valore da salvaguardare...noi, cercheremo questi patrimoni insieme a voi!
  • CITTA'
    Da Nord a Sud
    Sono molti i gioielli di architettura che si lasciano scoprire dai viaggiatori in ogni città Peruviana. Tesori archeologici, incaici o pre-incaici, spagnoli o postcolonali saranno il palcoscenico del vostro viaggio
  • I CAMELIDI
    Lamas, Alpaca, Vigogne...
    ...sono i Camelidi Sudamericani, tutti presenti in Perù e che, insieme al più raro Guanaco, accompagnano i viaggiatori popolando quotidianamente tutti gli impareggiabili scenari che compongono questo mosaico meraviglioso che ha il nome di PERU!
  • MERCATI
    Artigianato e non solo!
    ...a Chinchero, a Pisac, Iquitos o a Tumbes, in Perù c'è sempre sul vostro cammino uno dei variegati e profumati mercati che sono oramai il simbolo della tradizione multicolore della popolazione Andina e della Selva del Perù!
  • GASTRONOMIA
    La patata
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    Affascinanti solchi nella sabbia che dopo aver servito antiche popolazioni per scopi ancora misteriosi, da decenni vengono studiati, osservati ed esplorati nella speranza di scoprire uno dei tanti misteri delle culture preincaiche.
  • CULTURE PREINCA
    Sican: le signorie del Nord
    Al Nord del Perù si trovano alcune delle vestigia delle più audaci e interessanti culture preincaiche: navigatori, guerrieri e artigiani impareggiabili hanno preparato la strada ai più famosi Incas, che molto devono a queste popolazioni meno conosciute...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    I geoglifi del deserto di Nazca coprono una superficie vastissima; rappresentano gli animali che popolavano la sierra e la selva del Perù, sono frutto di una tecnica ancora sconosciuta e si possono osservare compiutamente soltanto dal cielo...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: i fili nel deserto
    Oltre ai misteriosi "geoglifici" o "Linee", la Cultura Nazca ha lasciato alcuni fra i più raffinati manufatti e opere d'arte nel settore della tessitura e delle ceramiche...e il deserto ci restituisce ancora i tesori della Cultura Nazca
  • CULTURE PREINCA
    Moche: gli orafi guerrieri
  • GASTRONOMIA
  • GASTRONOMIA
  • CULTURA INCA
    I dominatori
    Sono indubitabilmente la civiltà che più ha segnato la storia del Perù. un dominio intenso ma brillante, per ingegno e capacità politica ed amministrativa...ma la storia del Perù non è solo frutto delle gesta degli Incas...
  • NATURA
    Colca Canyon
    Il Canyon più profondo al mondo e, insieme al Cotahuasi, il più affascinante e ricco di biodiversità. Nella provincia di Calloma, nel dipartimento di Arequipa, nelle sue gole vivono e rigano il cielo i maestosi condores ...i signori del cielo Andino.
  • STORIA
    Santuario di Machu Picchu
    E' una delle sette meraviglie del mondo antico, ed è il frutto di un lavoro di ingegneria e passione, di pazienza e perfezione....quella che gli Incas dovettero usare per costruire questo gioiello incastonato nella cordigliera delle Ande...
  • NATURA
    Birdwatching
    Il Perù è il paese più biodiverso d'America e uno dei più biodiversi al Mondo. Un'altissima percentuale delle specie di uccelli che vivono sulla terra si trovano infatti nella sierra e nella selva peruviane!
  • NATURA
    Parque Nacional Huascaran
    La più imponente conrdigliera del Sud America si trova in perù_ è la "Cordigliera Blanca", il luogo dove il ghiaccio si fonde con le nuvole per creare gli altissimi APU, gli dei-montagna venerati dalle popolazioni delle Ande
''Viaggiare non significa solamente uscire dai propri confini, ma entrare con rispetto in quelli altrui''
 
Città CAJAMARCA, paradiso della montagna!
 

La città di Cajamarca riunisce tre ingredienti che la rendono una destinazione indimenticabile: una magnifica architettura coloniale, bei paesaggi e una ricca storia dal momento che fu scenario di un episodio importantissimo per la storia del continente. Qui, il conquistatore Francisco Pizarro, catturò l’Inca Atahualpa, il quale, nonostante aver tenuto fede al riscatto pattuito, fu assassinato. A partire da quel momento i conquistatori disegnarono la città secondo il modello spagnolo e oggi si conservano degli edifici coloniali come la Cattedrale, le chiese di San Francisco, Belén e la Recoleta, ma anche casone e monumenti...

In questa città, il 16 novembre 1532, gli uomini di Francisco Pizarro incontrarono l'imperatore Atahualpa che reggeva l'Impero Inca come monarca assoluto ed era venerato come un dio dai connazionali. Il piccolo drappello spagnolo catturò in breve tempo Atahualpa, che cadde così nell'imboscata che gli era stata tesa, e dopo aver ricevuto una enorme somma per il suo riscatto decise ugualmente di giustiziarlo. Da questo momento comincia la conquista europea della regione e la città di cajamarca diventa la piazzaforte dell'esercito spagnolo; da qui partirono e irradiarono in tutto il Perù le spedizioni di conquista che allargarono il dominio del Re di Spagna.

Cajamarca riassume nella sua architettura l’incontro di due culture: quell’inca e quella spagnola, i suoi resti archeologici ci narrano le storie più antiche, che risalgono alla cultura Caxamarca (fino al 1450 d. C.), ai suoi acquedotti e agli enigmatici petroglifi e ad altre civiltà ancora più remote.

a Cajamarca si possono fare numerose escursioni: ai Bagni dell’Inca, acque termo medicinali nelle quali l’Inca era solito recarsi dopo dei lunghi viaggi; le Ventanillas de Otusco, necropoli scavata in una parete di roccia vulcanica; Cumbemayo, esempio di ingegneria idraulica preincaica che ancor oggi funziona, posto in uno stupendo scenario naturale; l’antica piantagione La Colpa, dove si recano le vacche, chiamate per nome,per la mungitura; Kuntur Wasi, centro cerimoniale dell’anno 1101 a. C., e nel suo museo locale è possibile apprezzare numerosi oggetti forgiati con l’oro lavorato più antico d’America; e la Fattoria Porcón, cooperativa agricola e d’allevamento circondata da un gigantesco bosco di pini, ideale per trascorrere un giorno in campagna, visitare un piccolo giardino zoologico con vigogne, cervi, gattopardi, scimmie e aquile, comprare prodotti caseari o solamente godere del paesaggio.


ALTITUDINE 
Capitale: Cajamarca (2720 metri sul livello del mare).
Altitudine:Minima: 400 metri (Nanchoc).
Massima: 3590 metri (Hualgayoc). 

CLIMA 
La città di Cajamarca ha un clima semi-secco e mite. La temperatura annuale mediamassimaè di 22°C (71ºF) e la minima di 5°C (42ºF). La stagione delle piogge inizia ad ottobre e finisce ad aprile.

VIE DI ACCESSO: 
Terrestre Lima-Trujillo-Cajamarca: 870 km attraverso la Panamericana Nord (13 ore in bus).
Aerea: Voli regolari da Lima per la città di Cajamarca (1 ora e15 minuti). 

INFORMAZIONE PER IL TURISTA 
Camara Nazionale di Turismo www.go2peru.com 
Governo Regionale www.regioncajamarca.gob.pe 



ATTRAZIONI TURISTICHE


Provincia di Cajamarca

El quarto del rescate 
Stanza del Riscatto - Jr. Amalia Puga 750. Visite: L-S 9:00-13:00 e 15:00-18:00, D 9:00-13:00.
È l'unica testimonianza dell'architettura incaica della città. Fu costruita in pietra, con i muri leggermente inclinati, a forma trapezoidale, caratteristica degli edifici inca. L'Inca Atahualpa, che rimase prigioniero in questa stanza, offrì a Francisco Pizarro di riempirgli la stanza due volte con argento e una con oro in cambio della sua libertà. 

Complesso Archeologico di Cumbemayo
A 20 km a sud-est della città di Cajamarca (45 minuti in auto).Visite L-D 9:00-17:00.
Scoperto nel 1937, il complesso è circondato da un interessante bosco di pietre che sembrano riprodurre la forma di pietosi frati (per questo si conoscono familiarmente come i “grandi frati”). Da ricordare, inoltre, l'Acquedotto ( 1000 a .C.), singolare opera d'ingegneria, il denominato Santuario, faraglione simile a una gigantesca testa umana, e Las Cuevas, dove si trovano incisioni su pietra.

Ventanillas di Otuzco e Ventanillas di Combayo 
A 8 km a nord-ovest dalla città di Cajamarca (10 minuti in auto). Visite L-D 9:00-17:00.
A soli otto chilometri dalla città, nel distretto dei Bagni dell’Inca, le ventanillas di Otuzco risaltano tra la natura. Sono la necropoli di una popolazione preincaica, antecedente alla cultura Caxamarca, probabilmente d’influenza Wari. Centinaia di gallerie e nicchie individuali, che somigliano a delle finestrelle, furono scavate nella roccia vulcanica; raggiungono gli 8 e 10 metri di profondità, l’accesso è rettangolare e quadrangolare di 50, 60 cm d’altezza. Originariamente dovevano avere delle lapidi di pietra con figure simboliche a rilievo, a giudicare da alcuni frammenti ritrovati nelle vicinanze.

La tradizione racconta che gli incas svuotarono l’interno della roccia e usarono le nicchie per altri scopi, li trasformarono in un granaio (in quechua “collca”), per questo motivo ri orientarono gli accessi contro vento per mantenerli freschi. Per alcune finestrelle si può accedere a delle gallerie oscure e misteriose senza fondo, che ispirarono l’immaginazione dell’uomo a creare i corridoi segreti che univano Cajamarca a Cusco.

La necropoli di Otuzco è popolarmente conosciuta con il nome "Ventanillas de Otuzco" per il suo particolare aspetto, poiché le nicchie quadrate e rettangolari furono incise su una superficie rocciosa di origine volcanica in file consecutive. A causa del saccheggio è molto difficile determinare l'epoca esatta di appartenenza, ma alcune evidenze consentono di associarle alla cultura Caxamarca, che influenzò la regione tra gli anni 300-800 d.C. 

Ventanillas di Combayo
A 20 km dalla città di Cajamarca (1 ora e 30 minuti in auto).
Questo complesso di tombe preispaniche è stato scolpito nel roccioso e irto monte San Cristobal, vicino alla frazione di Combayo. Possiede delle caratteristiche simili alle ventanillas di Otuzco, anche se meglio conservate, e risalgono allo stesso periodo culturale e cronologico. 

I Bagni dell' Inca
A 6 km a est della città di Cajamarca (10 minuti in auto). Visite: L-D 6:00-18:30.

Acque termali con temperature superiori ai 72ºC ( 158ºF ), con presenza di minerali dalle proprietà terapeutiche per la cura di malattie delle ossa e del sistema nervoso. Ci sono pozze per uso privato, piscine pubbliche e altri servizi per il trattamento terapeutico. In origine chiamato Pultumarca, si dice che in questo luogo riposava l'Inca Atahualpa poco prima di affrontare Pizarro. 

Fattoria Porcón (Cooperativa agraria Atahualpa Jerusalén)
A 30 km a nord della città di Cajamarca (1 ora in auto).
I membri di questa cooperativa hanno deciso di aprire le porte al turismo, potendo apprezzare il loro modo di vita e partecipare ai lavori agricoli, di allevamento e forestali; si realizzano, inoltre, camminate per il bosco e per il campo. Fattoria Porcón riunisce in un unico posto l'agriturismo, la natura e lo scambio culturale.

Provincia di Cutervo 

Parco Nazionale di Cutervo
A 260 km a nord della città di Cajamarca (14 ore e 30 minuti in auto).
L'obiettivo è la protezione e la conservazione della flora e della fauna caratteristiche della Cordigliera dei Tarros. La zona ospita giaguari, leopardi, orsi con gli occhiali e nutrie. Una delle principali attrazioni sono i guácharos , uccelli notturni che vivono nella Grotta dei Guácharos. Di significativo richiamo sono i paesaggi costituiti da campi di stoppie, da boschi nani e da boschi di nebbia.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Informati sempre sugli usi e sui costumi della città e delle comunità che stai per visitare, per rispettarne le tradizioni e le credenze, ma anche per condividere al meglio con la popolazione gli avvenimenti più interessanti!

--------------------------------------------------------------------------------------------------

per maggiori informazioni sugli usi e sui costumi del Perù, per scoprire quali celebrazioni e festività del mese in cui viaggerai in questo paese scrivici a tour@peruresponsabile.it

Se invece vuoi parlare direttamente con noi contattaci su Skype aggiungendo PERURESPONSABILE.IT

Conosci il Perù - Città - CAJAMARCA, paradiso della montagna! - Foto 1