TAILOR MADE TOUR OPERATOR & D.M.C.
Perù Responsabile - Home
Memorizza dati
E-mail:
Chiudi
  • ARTE E ARTIGIANATO
    Un patrimonio da custodire...
    ...esistono villaggi remoti, comunità lontane dedite in maniera appassionata alla realizzazione di alcuni fra i più importanti prodotti artigianali del Perù, e che conservano in questo campo le conoscenze ancestrali che rappresentano un valore da salvaguardare...noi, cercheremo questi patrimoni insieme a voi!
  • CITTA'
    Da Nord a Sud
    Sono molti i gioielli di architettura che si lasciano scoprire dai viaggiatori in ogni città Peruviana. Tesori archeologici, incaici o pre-incaici, spagnoli o postcolonali saranno il palcoscenico del vostro viaggio
  • I CAMELIDI
    Lamas, Alpaca, Vigogne...
    ...sono i Camelidi Sudamericani, tutti presenti in Perù e che, insieme al più raro Guanaco, accompagnano i viaggiatori popolando quotidianamente tutti gli impareggiabili scenari che compongono questo mosaico meraviglioso che ha il nome di PERU!
  • MERCATI
    Artigianato e non solo!
    ...a Chinchero, a Pisac, Iquitos o a Tumbes, in Perù c'è sempre sul vostro cammino uno dei variegati e profumati mercati che sono oramai il simbolo della tradizione multicolore della popolazione Andina e della Selva del Perù!
  • GASTRONOMIA
    La patata
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    Affascinanti solchi nella sabbia che dopo aver servito antiche popolazioni per scopi ancora misteriosi, da decenni vengono studiati, osservati ed esplorati nella speranza di scoprire uno dei tanti misteri delle culture preincaiche.
  • CULTURE PREINCA
    Sican: le signorie del Nord
    Al Nord del Perù si trovano alcune delle vestigia delle più audaci e interessanti culture preincaiche: navigatori, guerrieri e artigiani impareggiabili hanno preparato la strada ai più famosi Incas, che molto devono a queste popolazioni meno conosciute...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    I geoglifi del deserto di Nazca coprono una superficie vastissima; rappresentano gli animali che popolavano la sierra e la selva del Perù, sono frutto di una tecnica ancora sconosciuta e si possono osservare compiutamente soltanto dal cielo...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: i fili nel deserto
    Oltre ai misteriosi "geoglifici" o "Linee", la Cultura Nazca ha lasciato alcuni fra i più raffinati manufatti e opere d'arte nel settore della tessitura e delle ceramiche...e il deserto ci restituisce ancora i tesori della Cultura Nazca
  • CULTURE PREINCA
    Moche: gli orafi guerrieri
  • GASTRONOMIA
  • GASTRONOMIA
  • CULTURA INCA
    I dominatori
    Sono indubitabilmente la civiltà che più ha segnato la storia del Perù. un dominio intenso ma brillante, per ingegno e capacità politica ed amministrativa...ma la storia del Perù non è solo frutto delle gesta degli Incas...
  • NATURA
    Colca Canyon
    Il Canyon più profondo al mondo e, insieme al Cotahuasi, il più affascinante e ricco di biodiversità. Nella provincia di Calloma, nel dipartimento di Arequipa, nelle sue gole vivono e rigano il cielo i maestosi condores ...i signori del cielo Andino.
  • STORIA
    Santuario di Machu Picchu
    E' una delle sette meraviglie del mondo antico, ed è il frutto di un lavoro di ingegneria e passione, di pazienza e perfezione....quella che gli Incas dovettero usare per costruire questo gioiello incastonato nella cordigliera delle Ande...
  • NATURA
    Birdwatching
    Il Perù è il paese più biodiverso d'America e uno dei più biodiversi al Mondo. Un'altissima percentuale delle specie di uccelli che vivono sulla terra si trovano infatti nella sierra e nella selva peruviane!
  • NATURA
    Parque Nacional Huascaran
    La più imponente conrdigliera del Sud America si trova in perù_ è la "Cordigliera Blanca", il luogo dove il ghiaccio si fonde con le nuvole per creare gli altissimi APU, gli dei-montagna venerati dalle popolazioni delle Ande
''Viaggiare non significa solamente uscire dai propri confini, ma entrare con rispetto in quelli altrui''
 
Esperienze Imperdibili Rainbow Mountains in Perù, Vinicunca...si o no?
 
CONOSCI IL PERÙ
Esperienze Imperdibili
RAINBOW MOUNTAINS IN PERÙ, VINICUNCA...SI O NO?

COME ANDARE, DA DOVE E CON CHI, A RAINBOW MOUNTAIN IN PERÙ

Da qualche anno, Rainbow Mountain in Peru, anche conosciuta come “la montagna dai sette colori” è diventata una delle mete più popolari e visitate di tutto il paese.

Non c’è dubbio che questa montagna, o meglio questa sezione della cordigliera dell’Ausangate, sia davvero spettacolare, e che spesso valga la pena di affrontare una grande fatica per salire sino ai suoi quasi 5000mt, a piedi o in alcuni casi a dorso di cavallo, ma è anche vero che la “storia” della montagna ci racconta, in verità, qualcosa di triste e preoccupante.

Ma iniziamo prima con qualche notizia più precisa sulla montagna, e poi sopriamo dove si trova e come si raggiunge questa meraviglia naturale peruviana.

La rainbow Mountain del Perù si chiama, in realtà, VINICUNCA (in quechua, la lingua nativa del peru Willkacunca) e si trova Si trova a sud-est della città di Cusco, tra le province di Quispicanchi e Canchis, nella regione di Cusco.

Raggiunge i 5200 mt e dalla sua sommità è possibile ammirare, sul vertice di entrambi i suoi versanti, delle incredibili striature, sarebbe meglio dire delle “zebrature”, minerali che donano alla montagna un fascino incredibile e che lascia tutti i visitatori letteralmente senza fiato, o meglio, gliene toglie l’ultimo residuo dato che gran parte se n’era già andato per la camminata fatta per raggiungere il “mirador”!

I colori che donano a VINICUNCA il suo aspetto cosi sorprendete sono dovuti ai diversi minerali che abitano dentro la terra della montagna colorata, e che durante le eree geologiche si sono depositati e sovrapposti fra loro. Non dobbiamo dimenticarci che ci troviamo nel continente sudamericano, dove si trova la famosa placca continentale di Nasca, e lo scontro fra questa e la più grande placca sudamericana ha letteralmente “corrugato” la terra, sollevandola e spingendone la crosta generando, oltre che la cordigliera Vilcaonota, quella che oggi vediamo come VINICUNCA.

In breve, i fantastici colori della MONTANA DE SIETE COLORES altro non sono che ferro (il rosso) manganese (il rosa) zolfo, (il giallo) e carbonato di calcio (il bianco). Ma quelli più “strani da vedere su una montagna, cioè il verde e il blu, sono dati dal rame e dalla sua ossidazione. Il Marrone ed il nero poi sono dati dal magnesio misto a rocce varie e dal granito.

QUANDO ANDARE A VINICUNCA?

Attualmente, i tour partono tutti i giorni, a tutte le ore della notte e del mattino, in tutti i mesi.

Nonostante questo no sia (a parte quanto diremo sotto) un male di per se, è anche opportuno dire che a Vinicunca si dovrebbe andare preferibimente durante la stagione secca, cioè da maggio a settembre/ottobre, per questioni di sicurezza.

Questo perchè il sito si trova a oltre 5000 mt sul livello del mase e pertanto, durante la stagione piovosa, cioè da dicembre a marzo, in caso di preciptazioni è quasi inevitabile che si incontri NEVE.
Questo può essere a volte un fattore di maggior fascino, se la neve è poca e spolvera solo la sommita della vetta, o come spesso accade, la metà della montagna (quella maggiormente in ombra in quella stagione e soggetta a meno vento) ma può anche essere uns erio problema se la neve è tanta, perchè il terreno diventa insidioso e scivoloso, specie per i van e le vetture. E' anche necessario considerare che, in caso di pioggia, e lampi, esiste il concreto riscio di essere esposti a caduta di lampi che possono essere, vista l'assoluta assenza di alberi e di picchi che possono fare da "parafulmini" tut'intorno, molto molto pericolosi.

Inoltre, esiste la concreta possibilità che, con un po' di neve in più, l'intero sito sia coperto, con ievitabile disappunto di chi ha fatto tanta strada e fatica per vedere le famose "striature dell'arcobaleno" che contraddistinguno la Montagna colorata del Peru.

Per non essere troppo radicali, si potrebbe dire che nel caso si debba proprio programmare una visita a Vinicunca nei mesi piovosi, è sempre bene avere un piano B, per non essere impreparati nel caso in cui si renda necessario cancellare la visita per questioni di sicurezza dovute al maltempo!

COME ARRIVARE A VINICUNCA?

Arrivare a Vinicunca non è difficile, ma è sicuramente FATICOSO, e soprattutto, non tutte le soluzioni sono adatte a tutti. Molte delle escursioni giornaliere che partono da Cusco sono si economiche, ma inadeguate ad uno standard di comfort e sicurezza, spesso sono causa di incidenti, e, purtroppo, sono quasi sempre, per come gestite dalla gran parte dei tour operator, fonte di problemi per l’ambiente e per le comunità locali.

Per questo, è assolutamente SCONSIGLIABILE, sia per una questione di SALVAGUARDIA AMBIENTALE sia per una questione di SICUREZZA PERSONALE, aderire a una di queste escursioni massive che, anche se econmiche, rappresentano UN COSTO SOCIALE ALTISSIMO per il Peru, e per tutti noi. Spesso, infatti, quando un servizio turistico complesso viene offerto a un prezzo cosi basso come avviene in questo caso....il turista percepisce solo il proprio vantaggio, ma non considera, anche perchè nessuno lo informa di questo, che il costo che non sta pagando, viene posto inevitabilmente, anche se il viaggiatore stesso non lo desidera, a carico della comunità locale, dei lavoratori sottopagati, o dell’ambiente, che viene sfruttato in maniera sconsiderata da operatori commerciali senza scrupoli.

Detto tutto questo, consigliamo VIVAMENTE di rivolgersi solo a Tour Operator che organizzano piccoli gruppi, con piccoli mezzi, e che forniscono servizi che tengono conto dell’ambiente e dei diritti e delle esigenze dei lavoratori e delle comunità locali.

In linea di massima, comunque, arrivare da Cusco a Vinicunca comporta almeno 3 ore e mezzo di strada, di cui la parte finale su strada sterrata. La maggior parte dei tour condivisi, quindi, dopo aver raggruppato il maggior numero di persone possibile, parte alle 4 di mattina da Cusco per arrivare, a bordo di minibus o bus sbuffanti e affaticati, attorno alle 8.00. Da li, inizia una salita (in alcuni casi a dorso di cavallo, ma è piuttosto sconsigliato salire in groppa ad animali NON ADDESTRATI A QUESTO LAVORO, e spesso impiegati solo in alta stagione per soddisfare la brama del turista, quindi pure pericolosi perchè indispettiti) che può durare da uno a due ore, in funzione di quale è il passo di chi cammina.

Il punto di partenza della camminata è a circa 4.700 mt slm, il punto di arrivo è a circa 4.950/5.000 mt slm

Attualmente, il flusso di persone che arriva a Vinicunca è IMPRESSIONANTE, tale addirittura da insidiare il primato di Machu Picchu come sito con il maggior numero medio di visite giornaliere, e questo sta creando guasti irreparabili, perchè il sito NON E’ ORGANIZZATO PER SOPPORTARE una tale affluenza e soprattutto perchè la quantità di mezzi ce transitano in continuazione senza che la struttura stradale sia adeguata sta DEVASTANDO il contesto ambientale e soprattutto sta sconvolgendo le abitudini delle comunità disseminate, anche se non coinvolte nella gestione delle visite turistiche, sulla strada di arrivo. Spesso si sono infatti registrati incidenti per via della velocità con la quale i minivan attraversano i territori delle comunità, senza rispetto degli attraversamenti di donne, bambini che vanno a scuola, anziani, tutti non abituati a veder sfrecciare automobili in zone sino a qualche anno fa sostanzialmente incontaminate.

Una volta arrivati in cima, il panorama è impareggiabile, e il viaggiatore ha possibilità di godere della vista per un oretta, prima di rimettersi in cammino per tornare al parcheggio dei van, individuare il proprio mezzo e, per altre tre ore e mezzo, percorrere a ritroso la via del ritorno, verso cusco, dove si arriva, normalmente, verso le ore 16/17.00

Peruresponsabile.it ritiene che il modo migliore di visitare il meraviglioso spettacolo delle MONTAGNE ARCOBALENO non sia quello di visitare, con le modalità suindicate, la montagna VINICUNCA, ma preferire la visita a zone meno battute, come PALCCOYO, e solo con modalità più rispettose dell’ambiente, con piccoli gruppi, guide professionali e con il coinvolgimento attivo di membri delle comunità locali per fornire un maggior contributo economico alle stesse e al Paese che si visita!

Se desideri visitare Vinicunca in maniera RESPONSABILE, riempi il form per richiedere i NOSTRI MINITOUR, e ti contatteremo il più rapidamente possibile!

Conosci il Perù - Esperienze Imperdibili - Rainbow Mountains in Perù, Vinicunca...si o no? - Foto 1
Conosci il Perù - Esperienze Imperdibili - Rainbow Mountains in Perù, Vinicunca...si o no? - Foto 2
Conosci il Perù - Esperienze Imperdibili - Rainbow Mountains in Perù, Vinicunca...si o no? - Foto 4
Conosci il Perù - Esperienze Imperdibili - Rainbow Mountains in Perù, Vinicunca...si o no? - Foto 5
 
 
 
Contattaci
Peruresponsabile
Come posso aiutarti?
21:59