TAILOR MADE TOUR OPERATOR & D.M.C.
Perù Responsabile - Home
Memorizza dati
E-mail:
Chiudi
  • ARTE E ARTIGIANATO
    Un patrimonio da custodire...
    ...esistono villaggi remoti, comunità lontane dedite in maniera appassionata alla realizzazione di alcuni fra i più importanti prodotti artigianali del Perù, e che conservano in questo campo le conoscenze ancestrali che rappresentano un valore da salvaguardare...noi, cercheremo questi patrimoni insieme a voi!
  • CITTA'
    Da Nord a Sud
    Sono molti i gioielli di architettura che si lasciano scoprire dai viaggiatori in ogni città Peruviana. Tesori archeologici, incaici o pre-incaici, spagnoli o postcolonali saranno il palcoscenico del vostro viaggio
  • I CAMELIDI
    Lamas, Alpaca, Vigogne...
    ...sono i Camelidi Sudamericani, tutti presenti in Perù e che, insieme al più raro Guanaco, accompagnano i viaggiatori popolando quotidianamente tutti gli impareggiabili scenari che compongono questo mosaico meraviglioso che ha il nome di PERU!
  • MERCATI
    Artigianato e non solo!
    ...a Chinchero, a Pisac, Iquitos o a Tumbes, in Perù c'è sempre sul vostro cammino uno dei variegati e profumati mercati che sono oramai il simbolo della tradizione multicolore della popolazione Andina e della Selva del Perù!
  • GASTRONOMIA
    La patata
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    Affascinanti solchi nella sabbia che dopo aver servito antiche popolazioni per scopi ancora misteriosi, da decenni vengono studiati, osservati ed esplorati nella speranza di scoprire uno dei tanti misteri delle culture preincaiche.
  • CULTURE PREINCA
    Sican: le signorie del Nord
    Al Nord del Perù si trovano alcune delle vestigia delle più audaci e interessanti culture preincaiche: navigatori, guerrieri e artigiani impareggiabili hanno preparato la strada ai più famosi Incas, che molto devono a queste popolazioni meno conosciute...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: le linee nel deserto
    I geoglifi del deserto di Nazca coprono una superficie vastissima; rappresentano gli animali che popolavano la sierra e la selva del Perù, sono frutto di una tecnica ancora sconosciuta e si possono osservare compiutamente soltanto dal cielo...
  • CULTURE PREINCA
    Nazca: i fili nel deserto
    Oltre ai misteriosi "geoglifici" o "Linee", la Cultura Nazca ha lasciato alcuni fra i più raffinati manufatti e opere d'arte nel settore della tessitura e delle ceramiche...e il deserto ci restituisce ancora i tesori della Cultura Nazca
  • CULTURE PREINCA
    Moche: gli orafi guerrieri
  • GASTRONOMIA
  • GASTRONOMIA
  • CULTURA INCA
    I dominatori
    Sono indubitabilmente la civiltà che più ha segnato la storia del Perù. un dominio intenso ma brillante, per ingegno e capacità politica ed amministrativa...ma la storia del Perù non è solo frutto delle gesta degli Incas...
  • NATURA
    Colca Canyon
    Il Canyon più profondo al mondo e, insieme al Cotahuasi, il più affascinante e ricco di biodiversità. Nella provincia di Calloma, nel dipartimento di Arequipa, nelle sue gole vivono e rigano il cielo i maestosi condores ...i signori del cielo Andino.
  • STORIA
    Santuario di Machu Picchu
    E' una delle sette meraviglie del mondo antico, ed è il frutto di un lavoro di ingegneria e passione, di pazienza e perfezione....quella che gli Incas dovettero usare per costruire questo gioiello incastonato nella cordigliera delle Ande...
  • NATURA
    Birdwatching
    Il Perù è il paese più biodiverso d'America e uno dei più biodiversi al Mondo. Un'altissima percentuale delle specie di uccelli che vivono sulla terra si trovano infatti nella sierra e nella selva peruviane!
  • NATURA
    Parque Nacional Huascaran
    La più imponente conrdigliera del Sud America si trova in perù_ è la "Cordigliera Blanca", il luogo dove il ghiaccio si fonde con le nuvole per creare gli altissimi APU, gli dei-montagna venerati dalle popolazioni delle Ande
''Viaggiare non significa solamente uscire dai propri confini, ma entrare con rispetto in quelli altrui''
 
Unesco LIMA: la prima capitale virreinale in America Latina
 

Lima è stata fondata il 5 gennaio 1535 e la città ha svolto un ruolo di primo piano nella storia del Nuovo Mondo a partire dal 1542, quando Carlo V istituì il vicereame del Perù fissandone li la Capitale. Questo ruolo preminente durò sino al 18 ° secolo, quando la creazione della Vicereami della Nuova Granada (1718) e in particolare di La Plata, in territorio argentino, posero gradualmente fine alla onnipotenza della più antica colonia spagnola del Sud America.

Il centro storico di Lima, patrimonio culturale mondiale dal 1988,  testimonia quindi lo sviluppo dell'architettura e urbanistico di una città coloniale spagnola di grande rilevanza politica, economica e culturale, che esercitò una enorme influenza in tutta l’AmericaLatina.

La Iglesia di San Francisco de Lima è un esempio eccezionale dell’unione delle varie espressioni architettoniche dei periodi coloniali dell’America Latina e, insieme a Santa Catalina de Arequipa, è uno dei più completi edifici sacri del Perù.

Anche se lo sviluppo urbano nel 20° secolo con la costruzione della Avenida Abancay - nel 1940 – ne ha gradualmente cancellato gran parte delle antiche costruzioni, il Complesso di San Francisco presenta ancora un insieme di edifici conventuali che si distingue per la sua superficie, la sua coerenza, la bellezza dell'architettura e la ricchezza delle decorazioni interne.

All'interno del complesso monumentale vi sono tre chiese - San Francisco, La Soledad e El Milagro - che si collegano con un certo numero di aree comuni disposte attorno a cinque chiostri. La maggior parte degli edifici risalgono al 17° secolo, dato che un violento terremoto ha distrutto nel 1655 gli edifici originali, alcuni dei quali, come la Chiesa del Miracolo (El Milagro), erano stato costruiti prima del 1553.

La ricostruzione effettuata nel 1657 deve molto al dell'architetto portoghese Constantino de Vasconcelos, che nel 1668 riuscì insieme al suo discepolo Manuel de Escobar, nativo di Lima, ad ideare tecniche di costruzione, mutuate anche dalla cultura indigena, per proteggere le strutture barocche contro i terremoti, quali ad esempio travetti e nervature del legno inserite nella struttura di pietra, volte e le cupole di terra su reticoli di canne.

All'interno della chiesa, le proiezioni in bianco su fondo di ocra rossa evidenziano la bella semplicità dei volumi e lasciano che la sinfonia completa del dorato e il colore delle pale d'altare barocco possano esplodere in tutto il oro splendore.

Molte delle caratteristiche più sorprendenti del convento (ad esempio, il chiostro principale a due piani, la sala capitolare e il coro dei monaci) sono universalmente conosciuti e ammirati per la loro qualità architettonica abbellita da splendide decorazione.

Numerosi sono i rivestimenti in azulejos che si rinvengono sparsi per i porticati del convento, a volte nascosti da strati antichi di intonaci colorati; numerose sono le pale d'altare in marmo, affreschi e dipinti, preziosi sono i soffitti artesonados del chiostro, gli stalli del coro dei monaci e la lavorazione del legno nella bellissima sagrestia.

Il cambiamento demografico, dalla città coloniale ad oggi, spiega le rilevanti modifiche del tessuto e del paesaggio urbano. Oggi, rimane solo una scarsa traccia del centro storico di Lima, e di questo si possono  apprezzare solo alcuni esempi sparsi qui e là nella oramai disordinata area metropolitana.

Fanno eccezione pochi esemp: la Plaza de Armas (con la cattedrale, cappella del Sagrario, il palazzo arcivescovile), la Plaza de la Vera Cruz con la iglesia di Santo Domingo, e in particolare il complesso monumentale del convento di San Francisco (fondata da Carlo V e Francisco Pizarro).

Il fortificato porto di Callao ha difeso la città dagli attacchi via mare per centinaia di anni, mentre una cinta fortificata terrestre fu costruita alla fine del 17° secolo per proteggere Lima da potenziali invasori provenienti da territori interni.

Lima fu la sede della più antica università d’America, L'Università di San Marcos, istituita nel capitale del Perù già nel 1551. La vita culturale della città fu fortemente influenzata da molti ordini religiosi (monasteri di San Francisco, Santo Domingo, San Augustin e altri) e nel 17° secolo Lima fiorì anche come centro economico e culturale.

I monumenti storici (edifici religiosi o pubblici, come il Palazzo Torre Tagle) che si trovano all'interno del perimetro del centro storico Patrimonio Mondiale dell’Unesco sono datati dal secoli 17° e 18°, e sono tipici esempi di barocco ispano-americano. L'architettura degli altri edifici è spesso rappresentativo dello stesso periodo. Così, nonostante l'aggiunta di alcune costruzioni del 19° secolo (come la Casa Courret in stile Art Nouveau) il vecchio tessuto urbano di Lima ricorda  nel suo nucleo storico quello di una città del Regno spagnolo.

Conosci il Perù - Unesco - LIMA: la prima capitale virreinale  in America Latina - Foto 1